1000 PERSONE X 1000 PIAZZE
Registrati al portale oppure effettua l'accesso per usufruire dei nostri servizi.

Le Dichiarazioni

Sono Luca Casale, Sindaco di Fiano, un piccolo paese in provincia di Torino.
Ho deciso di aderire all'iniziativa promossa da Cartesio aps: "1000 persone x 1000 piazze" perché mi è piaciuto il concetto di ripartenza/rinascita condivisa a mezzo di un progetto culturale atto ad esaltare la bellezza sotto tutte le sue forme ed espressioni.
Il format proposto ha come focus l'importanza di imparare ad uscire dai propri confini, fare rete ed avere il coraggio di affrontare tematiche varie in un'ottica territoriale più vasta elaborando strategie e visioni che ci permettano di allargare lo sguardo.
Insieme bisogna cercare di definire e mettere in campo azioni politiche comuni di coesione sociale per la promozione del benessere.
E questa è una grande opportunità per iniziare un cammino collettivo condiviso dove dare voce alla cultura ed alla bellezza che rappresentano un grande investimento per il futuro dei nostri territori e delle nostre comunità.

Luca Casale, Sindaco di Fiano (TO)

Con lentezza e con timore stiamo lasciando presumibilmente alle spalle il terribile “tempo sospeso” che ci ha visti vittime coscienti ma biologicamente impreparate per più di un anno.

Per più di un anno l’agora a cui gli italiani erano naturalmente legati, si è ridotta ad una socializzazione prettamente virtuale o, per dirla con Galimberti, La socializzazione si è ridotta alla propria parvenza digitale.

Nell’isolamento e nelle avversità, gli esseri umani hanno bisogno di sentire di non essere soli a lottare, e noi l’abbiamo capito. Abbiamo reimparato che necessitiamo delle esperienze fisiche e della fisicità.

Ritrovarsi nell’agorà, ritrovarsi in piazza, vedersi in faccia e riprendere a capire e vivere attraverso gli occhi dell’altro, è quantomai necessario ora, e nessuno più del Sindaco - il primo avamposto della democrazia sul territorio, colui il quale ha condotto i propri cittadini fuori dalla pandemia  (da ex-ducere) per più di un anno, inventando e reinventandosi il proprio ruolo da protagonista, può essere anche oggi il protagonista generoso di questa nuova socialità perseguita da 1000 persone per 1000 piazze. Ripartiamo dall’agorà, ripartiamo dalle piazze, ripartiamo dalle persone.

Marianna Tonellato, Sindaco di Castrocaro Terme e Terre del Sole (FC)

Ho deciso di partecipare al progetto 1000x1000 perché solo la bellezza può permetterci di recuperare quella socialità perduta in questo anno di pandemia. La bellezza dei nostri luoghi unità all'arte, alla musica, alla fantasia, sono convinto, saranno il perfetto catalizzatore per imparare nuovamente a stare insieme, per uscire dall'individualismo costretto dal distanziamento sociale recuperando la nostra indole sociale.

Andrea Bonfanti, Sindaco di Pescaglia (LU)

Il progetto 1000x1000 è interessante e degno di essere valorizzato non solo per la sua natura originale e dinamica, ma soprattutto perché si pone l'obiettivo di far rinascere un tessuto culturale, associazionistico ed economico unico al mondo. Dopo un anno nel quale l'Italia si è fermata è giunto davvero il momento di risvegliare le energie dei nostri paesi perché tornino a vivere più di prima.

Michele Gottardi, Assessore alla Cultura di Gaiarine (TV)

La possibilità di far conoscere e valorizzare le molteplici iniziative dei nostri territori è senza dubbio un punto di forza di un progetto che mira a ricostruire una quotidianità compromessa con l’obiettivo di riappropriarsi di una socialità mancata e influenzata dalla pandemia.

Il valore aggiunto è dato dal fatto che spesso queste iniziative nascono da associazioni, corpi musicali, artisti, compagnie teatrali territoriali che animano le nostre comunità e che torneranno presto ad essere protagonisti delle nostre piazze.

Marco Galli, vice - sindaco di Cesate (MI)

L’opportunità che ci dà il progetto 1000personex1000piazze è quella di aprire il territorio, di diffondere la cultura, le tradizioni, gli eventi minori, oltre i confini del proprio comune o della propria regione.

Un modo moderno di mettersi in rete per raccontarsi.
Per restituire vita agli spazi e linfa alla cultura.
Per contribuire alla ripartenza dell’intero Paese, con il motore delle piccole realtà, dove stare insieme è forza.

Pellegrino – Nino Ponte, Sindaco di Montorio nei Frentani (CB)

Abbiamo, entusiasticamente, aderito al progetto di Cartesio; perché l'idea proposta è innovativa nel suo genere e, come tale, può aiutare le comunità, soprattutto quelle più piccole, a ripartire dopo un periodo difficile come quello appena passato.

Il principio, fondamentale, di "fare rete" tra le diverse amministrazioni ed associazioni è l'elemento prioritario che ci ha convinto e portato ad essere coinvolti nel progetto "1000 persone per 1000 comuni".

Solo insieme si può fare molto e per una comunità come quella di Viggiù, ricca di Arte e Storia, aderire ad un progetto come quello di Cartesio era un’occasione che non si poteva assolutamente perdere.

Carmelo Chiofalo, Vice Sindaco di Viggiù (VA)

Siamo orgogliosi di essere il primo Comune della Provincia di Varese ad aver aderito all’iniziativa “1000 Persone x 1000 Piazze”, proposta dall’Associazione di Promozione Sociale “Cartesio” di Varese.

Abbiamo voglia di ripartire dopo questo lunghissimo lookdown, in nome di ciò che è bello, che stupisce, che fa incontrare e discutere la gente.

Abbiamo voglia di Cultura, abbiamo voglia di riappropriarci dei nostri spazi pubblici.

Un desiderio, un auspicio, un grido liberatorio.
Usiamo la testa, sempre.
Ma riprendiamo il senso di vivere, di stare insieme.
Che l’estate – oramai alle porte – sia foriera solo di cose belle!

Fabio Passera, Sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca (VA)

Ripartire....non è cosa semplice fra regole, prescrizioni...Caponago riparte dalla festa del Paese la prima domenica di settembre. Le piccole Comunità come la nostra soffrono più di altre l'organizzazione, ma sono certa che ce la faremo anche grazie alle nostre realtà associative e al loro supporto.

Monica Buzzini, Sindaco di Caponago (BG)

Egregio dott. Dario Monticelli,
ho constatato con piacere la pubblicizzazione del nostro accordo, ufficializzato in data odierna dalla giunta comunale.

A nome mio e della cittadinanza ringrazio per la possibilità concessa aderendo al vostro progetto.

Come già ribadito durante la conference call trovo particolarmente interessante la proposta con la quale mettete a disposizione dei piccoli comuni, che non sempre hanno la capacità economica necessaria, la possibilità, a costo zero, di pubblicizzare gli eventi annuali che si svolgeranno sul territorio.

Ammirevole inoltre la possibilità accordata alle associazioni di volontariato presenti sul territorio di farsi conoscere, divulgando le iniziative da loro proposte; penso in modo particolare al nostro Corpo Bandistico Luciano Manara fondato dall’eroe del Risorgimento nel 1847.

Mi auguro un favorevole scambio interculturale da coltivare attraverso una proficua collaborazione dal punto di vista artistico e sociale.

Maria Angela Riva, Sindaco di Antegnate (BG)

Abbiamo aderito a questa iniziativa perchè ci è piaciuta da subito l'idea di fare rete a livello nazionale sulla diffusione dello spettacolo e della cultura, che nei  piccoli centri spesso non è conosciuta.

 Prendiamo  questa collaborazione come buon auspicio per una  grande ripartenza culturale e sociale dopo un anno di restrizioni e difficoltà.Il nostro è un paese molto vivo e dinamico, siamo contenti di farlo conoscere anche attraverso lo spettacolo e le nostre numerose tradizioni.

Rosanna Fronteddu, Assessore di Dorgali (NU)

Con entusiasmo abbiamo presentato gli eventi estivi che animeranno La Salle. Dopo tanti mesi di difficoltà legate alla pandemia, abbiamo tutti bisogno di spensieratezza e di tornare a sorridere e stare insieme. Speriamo di Cuore che la programmazione degli eventi unita alla adesione a questo interessante progetto, riesca ad incrementare la visibilità del Nostro Bellissimo Territorio per farlo scoprire e conoscere a coloro che ancora non conoscono la Sua Bellezza e tutto quello che può offrire. Un Paradiso tra le Montagne più Alte d'Europa, adatto a tutte le Età!

Vi aspettiamo a La Salle, ai Piedi del Monte Bianco!
Buona Estate! Bon Itsotèn!

Silvia Lugano, Assessore Turismo e Sport di La Salle (AO)

L’adesione all’idea/progetto “1000 Persone X 1000 Piazze” ci ha visti aderire con la lungimiranza di creare un comune denominatore a posti e ad iniziative diverse, ma che sotto questo manifesto di intenti si ritrovano per promuovere la Rinascita dei nostri territori. Territori molto bisognosi di una normalità ormai sconosciuta, ma che va recuperata attraverso l’originalità e l’impegno di iniziative che siano funzionali allo scopo.

Vincenzo Marino, Sindaco di Pentone (CZ)

Abbiamo aderito a questa iniziativa perché riteniamo sia importante mettere Rosasco in contatto e ampia relazione con altre realtà territoriali nazionali. Prendiamo questa collaborazione come buon auspicio per una grande ripartenza culturale e sociale dopo lungo periodo di restrizioni e difficoltà. Il nostro è un borgo piccolo ma ricco di: storia, tradizioni e arte. L’ampia piazza, la rocca, due chiese, la torre civica di 35m, la torre del “Consegno”, il salone Visconti, palazzo Frova, gli storici mulini e una delle antiche garzaie più importanti d’Europa sono tutti luoghi di grande bellezza e valore storico che meritano di essere sempre più conosciuti a livello italiano e valorizzati attraverso l’ideazione e la realizzazione di iniziative culturali locali ed in rete.

RICCARDO TACCONE BERZERO, SINDACO DI ROSASCO (PV)

Abbiamo deciso di aderire al progetto "1000 persone x 1000 piazze" per dare ulteriore slancio alle tante iniziative organizzate nella nostra Città e per fare ulteriormente conoscere oltre i confini del torinese tutta la bellezza e l'attrattiva di Cirié. Sarà per noi un piacere accogliervi, grazie anche alla vasta scelta di strutture ricettive di qualità presenti sul nostro territorio. Scoprirete che la nostra Città possiede un "centro commerciale naturale" con ampi portici in stile sabaudo. Il tutto reso ancora più affascinante da un contesto artistico e architettonico di grande pregio. Ne sono una testimonianza diversi edifici e monumenti storici, situati sia nel centro che nelle diverse frazioni, ricche di storia e natura.Non mi resta che invitarvi a visitare la nostra bella Città. Vi aspettiamo!

Loredana Devietti Goggia Sindaco di Cirié 

L’evento eccezionale della pandemia ha portato il comparto del settore cultura e spettacolo ad una pausa forzata; un periodo di sospensione dalle situazioni di convivialità che però non deve lasciare spazio al vuoto dell’iniziativa. Quest’anno, a partire dai piccoli territori, si deve investire nella ricostruzione di quel tessuto sociale prezioso, composto da umanità e bellezza.

Il festival Pop-Eat|Nutriamo il Borgo, giunto alla sesta edizione, sta continuando a seminare nel suo territorio ripensando ed adattando la programmazione affinché ciò che è stato costruito non vada perso.

Investire e ripartire dalle comunità, soprattutto da quelle realtà più lontane dai riflettori, ci è sembrato fin da subito un obiettivo da condividere. Abbiamo deciso pertanto di aderire al progetto 1000x1000 perché riteniamo fondamentale fare rete con le altre realtà nazionali, così da poter contribuire alla rinascita culturale del nostro paese a partire dai piccoli borghi.

Orianna Fregosi - Direttore artistico festival Pop-Eat|Nutriamo il Borgo, Castelnuovo Magra (SP)

È un progetto da sostenere perché i piccoli comuni contengono gente curiosa e attenta agli eventi, più’ delle grandi città distratte da una grandezza che in realtà è molte volte solo misurabile in spazio e non in contenuto.
Noi siamo cresciuti suonando nelle piccole città, dove festival, rassegne, sagre possono essere bacino di bellezza e cultura popolare.

Banda Osiris

Sono proprio le piazze, vera anima dei borghi, dei paesi e delle cittadine di provincia, i luoghi dove il calore del pubblico è più inteso e le emozioni sono più forti durante una performance. L'iniziativa 1000 Persone X 1000 Piazze merita dunque di essere sostenuta e diffusa perché è importante tornare a far rivivere questi posti preziosi con la "bellezza" delle varie forme d'arte e la socialità.

Fabrizio Vendramin - Vincitore Italia's Got Talent 2011

Newsletter


©20021 Cartesio APS C.F. 95095570123